BESTIARIO IMMAGINATO


Bestiario Immaginato 2021

Bestiario LAB

Laboratori di creazione mutimediale per ragazz* dai 12 ai 19 anni 


Abbiamo iniziato Bestiario LAB il 25 giugno. Era pomeriggio e altri come me sono arrivati a Cjase di Catine a Villalta, un piccolo paese vicino a Fagagna (Udine). Ognuno di noi aveva con sé tutto ciò che serve per partecipare a una caccia: un nome di battaglia, un amico o un’amica, uno zaino con una borraccia d’acqua fresca, una pallina da tennis, un paio di occhiali da sole, uno smartphone e un paio di cuffiette. Ci siamo accorti in poche ore che quello era il posto giusto per noi e abbiamo passato il tempo a dividerci in squadre e a superare missioni.

Siamo partiti da noi, dalle storie che ci appartengono, dai momenti in un cui ci siamo persi e da tutto quello che ci manca della nostra infanzia. Abbiamo fatto un “manifesto” di tutte le cose che non comprendiamo del mondo dei Grandi e abbiamo provato a rispondere a una domanda difficile:  “come è possibile amare quacuno solo da uno sguardo?”.

Così è arrivato Dante, un po’ perché quest’anno compie settecentocinquant’anni, un po’ perché ci ha aiutato a capire meglio alcune cose davvero semplici: cosa significa perdersi, viaggiare e salire le stelle. Tra una missione e l’altra ci siamo presi anche il tempo per salire in sella e prenderci qualche gelato. 

In questi giorni estivi stiamo continunando a raccogliere video-racconti e memo vocali con il nostro smartphone. Abbiamo un gruppo WhatsApp dove ogni tanto ci scriviamo. Questo ci aiuta a non perderci di vista tra una vacanza in famiglia e i compiti di scuola da fare. 

Come continuerà la nostra caccia?

Ci hanno promesso un nuovo ritrovo al ritorno dalla spiaggia.

Damatrà onlus feat. Invasioni Creative